LA NOSTRA STORIA

Villa antonina, un tempo residenza privata e trasformata in nove Suite Apartments di prestigio, è una struttura dotata di ogni comfort, idonea ad una clientela esigente e riservata. Passeggiando nel suggestivo parco della Villa Antonina si respira l’energia ristoratrice delle maestose rocce granitiche incastonate tra i colori e i profumi di una Sardegna magica ed ancestrale, i vialetti fioriti accompagnano gli ospiti dalla piscina all’area fitness e alle zone relax, in un percorso intriso di profumi e colori che suscita emozioni, troppo spesso dimenticate.

LUCIA PAOLUCCI

Sono nata negli anni 60, in una cittadina italiana della provincia di
Roma. Ho cavalcato l’onda del “California Dreaming”, andando a
studiare psicologia negli Stati Uniti, a 18 anni. Esercitavo la
professione di psicologa e psicoterapeuta quando, in Italia, tali
figure professionali, non solo non erano ancora riconosciute ma,
erano viste dalla massa, alla stregua di quelle di maghi e stregoni.
Ho deciso, fin da giovanissima, di coltivare, dentro di me, una
peculiare sensazione di appartenenza al mondo dei “curiosi”, dei
nuotatori controcorrente, dei ribelli; meglio identificati, all’epoca,
come anticonformisti e trasgressivi. Mi è sempre piaciuto guardare
oltre la “la siepe”, per capire cosa ci fosse aldilà, senza mai cedere,
per natura, alla seduzione di ciò che fosse troppo facile e a portata
di mano. La crescente curiosità per la natura umana unita,
indissolubilmente, ad una profonda, innata empatia e ad uno
spiccato senso di giustizia, hanno caratterizzato, sia la mia vita
professionale, che quella privata.
Vivo in riva al mare, amo gli animali, la natura e la Sardegna in
modo particolare.
Sono zia, sorella, amica e tanto altro: cerco di essere semplicemente me
stessa, in tutto quello che faccio e che non faccio.
Guardandomi indietro, a volte, mi sembra di aver vissuto 10 vite,
eppure ogni mattina, quando vedo spuntare il sole, tutto è nuovo,
risorto, da scoprire e da amare.
Mi sono avvicinata allo yoga 10 anni fa, “per caso” e con un velo di
scetticismo pensando, erroneamente, che lo yoga fosse “roba da
pigri”, mentre io dovevo, ancora, correre e lottare per “cambiare il
mondo”. Giorno dopo giorno, pratica dopo pratica, ho compreso,
invece, ad un livello più profondo, che praticare ogni giorno con devozione e disciplina rappresenta uno stile di vita
che, in quanto tale, la vita te la trasforma, coinvolgendoti in tutto il tuo pensare, dire, fare e appartenere; nel corpo, nella mente e nell’anima.
Oggi so che il mondo lo cambio cominciando da me, senza lotte e
senza ribellioni ma, arrendendomi, attivamente e serenamente,
all’ordine naturale degli eventi.
La mia mission è cercare di divulgare ciò che, giorno dopo giorno,
sperimento io stessa in prima persona: un cammino da fare
insieme, verso una consapevolezza nell’amore, nella bellezza,
nell’accoglienza e nella coerenza, attraverso la semplice e antica
regola del “ buon esempio”. Il segreto della mia giovinezza è quello di sentirmi sempre principiante e discepola in tutto quello che faccio.

ARIANNA PAOLUCCI

Roma è la mia città, la Sardegna la mia terra. Fin da bambina, sono sempre stata attratta da qualcosa che andava al di là del materiale. Ho stretto subito un accordo con Madre Natura, che amo infinitamente, creando un contatto di rispetto verso ogni forma di vita. Una forte sensibilità creativa mi ha condotto verso la passione per la musica e il canto, l’arte di ricevere e la cucina, l’erboristeria e il giardinaggio. Nel mio cammino, quando sono diventata mamma 29 anni fa, di Edoardo e Alberto, ho cercato di conoscermi meglio. Dopo anni di psicoterapia, bioenergetica e studio dei meridiani, sono approdata allo Yoga. Ho provato, praticando in modo costante, una straordinaria sensazione di benessere fisico, psichico e spirituale. Insieme a  mia sorella Lucia, abbiamo creato Villa Antonina Centro Olistico guidate, con fede, da grandi intenti evolutivi e dal flusso armonico di eventi esistenziali, che necessariamente ti richiamano ad una responsabilità trasformativa di te stessa e, conseguentemente anche all’ambiente. Attribuisco il mio successo, infatti, alla promozione di un pensiero e di un’azione nel rispetto di me stessa , degli altri e del pianeta che ci ospita. Attraverso l’amore e la disciplina dello Yoga, il meglio deve ancora venire.